Logo Sviluppo sostenibile, tutela della biodiversità e dell'ambiente, qualità della vita

La Fauna

La Fauna

La Fauna

Il Parco del Ticino grazie all’estrema diversità di ambienti rappresenta una delle zone naturalistiche più estese dell’intera Pianura Padana.

Proprio per il susseguirsi di numerosi habitat differenti la Valle del Ticino è in grado di ospitare una elevatissima diversità faunistica di indiscusso valore e interesse.

Il fatto che facciano parte del Parco molti Comuni porta l’Ente a confrontarsi con realtà diverse: da una parte la natura e dell’altra l’uomo, con le sue attività. Quello che nasce da questa sfida sono progetti, idee, contrasti, azioni di tutela e sostegno della fauna, azioni che fanno crescere il Parco e i suoi cittadini. Bisogna ricordare che l’area in cui si inserisce il Parco è una delle più urbanizzate, antropizzate e coltivate d’Europa, ma nonostante questo ospita una diversità faunistica elevatissima, ad esempio la sua comunità di Mammiferi è tra le più ricche e diversificate a livello europeo. L’Ente risulta quindi fondamentale per il mantenimento delle due funzioni principali della Valle del Ticino:

un corridoio ecologico tra Alpi e Appennini;
un serbatoio di biodiversità.
La gestione faunistica attuata dal Parco esige dunque la salvaguardia, il mantenimento e la ricostruzione della biodiversità presente nel suo territorio. Queste attraverso la pianificazione di linee di intervento e la conseguente realizzazione di vari programmi per la conservazione della fauna a lungo termine.

L’INCUBATOIO ITTICO DEL PARCO DEL TICINO
LE VASCHE DI ALLEVAMENTO DI CASSOLNOVO
I DIRITTI DI PESCA DEL PARCO
Di seguito alcuni dei Progetti in corso:

“Azioni preparatorie alla reintroduzione di Huso huso nel fiume Ticino (2015-2016)”
“Verso una nuova politica agricola comunitaria – Studio e monitoraggio della biodiversità negli ambienti agricoli nel parco lombardo del ticino”. (2014-2016)
Progetto LIFE+11/nat/it/188 “Ripristino della connettività del bacino del Po per la libera migrazione di A. naccarii e altre 10 specie in All.II” (2013-2017)
“Gestione e conservazione di agro-ecosistemi e di ambienti forestali a favore dell’avifauna di interesse conservazionistico nel Parco del Ticino” (2012-2015)
“Il programma di monitoraggio del Cormorano (Phalacrocorax carbo)”
“Il censimento degli uccelli acquatici svernanti nella Valle del Ticino”
Alcuni dei progetti in cui il Parco si è adoperato in anni passati

Gli anfibi del SIC “Paludi di Arsago” e la sua importanza per la conservazione del Pelobate fosco (Pelobates fuscus) in Italia. (2012)
“Interventi per la conservazione dello Storione cobice (Acipenser naccarii) nel fiume ticino”
“Creazione di un network di gestione e controllo della specie esotica invasiva Silurus glanis per la tutela e l’incremento della biodiversità in Siti della Rete Natura 2000”
“Analisi della Distribuzione dello Scoiattolo grigio e rosso nell’ambito del territorio del Parco del Ticino”
LIFE natura “Conservazione di Acipenser naccarii nel Fiume Ticino e nel medio corso del Po” (2003-2006)
LIFE natura “Conservazione di Salmo marmoratus e Rutilus pigus nel Fiume Ticino” (2001-2004)
Reintroduzione del Capriolo (1991-1995)

Francesco Milani

Lascia un commento